BASI: LE IMPUGNATURE

La prima lezione di tennis come di consueto è sull'impugnatura della racchetta per il diritto ed il rovescio. Esistono diversi tipi di impugnature per entrambi i colpi. Ve le illustro e vi spiego i pro e i contro di ogni una.


Per incominciare memorizzate il punto cerchiato sulla mano nella foto sottostante. Per essere più precisi questa è il polpastrello del dito indice.



EASTERN DI DIRITTO: Per ottenere un eastern di diritto bisogna prendere la racchetta come si volesse stringere la mano di una persona (il polpastrello del tuo dito indice dovrà stare nel lato colorato in rosso del manico della foto sottostante e per i mancini è quello colorato in grigio). La eastern è una impugnatura classica e potente che predilige i colpi piatti ma è anche possibile fare colpi in topspin. Gli scambi ad alta velocità tendono a farti perdere il controllo (per questo motivo è più adatta ai giocatori di attacco che vogliono imporre il loro gioco) Questa impugnatura facilità le palle basse ma al contempo riduce l'efficienza dei colpi sulle palle alte. Inoltre è più facile passare da questa impugnatura a quella per le voleè (continetal).


WESTERN: E' un impugnatura che aumenta tantissimo l'efficienza delle rotazioni in top spin, meno penetrante della eastern, ottima per colpire le palle alte, ma poco adatta alle palle basse. Questa impugnatura è la prediletta dei regolaristi. Un impugnatura molto adatta per chi ama giocare di continuità sui campi lenti come la terra rossa (in italia si gioca quasi solo su campi in terra rossa) Per ottenerla bisogna girare la mano verso destra da in impugnatura eastern fino a far combaciare il polpastrello del vostro dito indice con la base inferiore del manico, per i sinistri il giro deve essere antiorario.



CONTINENTAL: Imparare questa impugnatura è d'obbligo per tutti quelli che vogliono giocare a tennis. Questa è l'impugnatura del servizio, delle volèe, della palla corta e infine dello smash. In passato veniva usata anche per il diritto. Ma ve lo sconsiglio tantissimo... un impugnatura incontrollabile per questo tipo di colpo che tende a farti andare troppo spesso fuori giri e a fare fuori campo come se impugnassi una mazza da baseball. Per ottenerla bisogna far combaciare il polpastrello del vostro dito indice sul lato del manico colorato in rosso per i destri e grigio nella foto sottostante.

SEMIWESTERN: Una via di mezzo tra western ed eastern.Questa impugnatura è sempre più usata al giorno d'oggi per la sua versatilità. Permette di essere aggressivi avendo anche una buona dose di topspin. Per ottenerla basta partire da un impugnatura eastern e girare verso destra (per i mancini in senso antiorario) fino a sentire il polpastrello del dito indice sul lato del manico colorato in rosso nella foto sottostante, mentre per i sinistri quello grigio.

ROVESCIO A UNA MANO EASTERN: Impugnatura classica come per il diritto. Ottima per i colpi piatti e per imprimere penetrazione e potenza alla pallina. Ottima per le palle basse. Difficile imprimere topspin e difficoltà a colpire le palle alte. Per ottenerla bisogna far combaciare il polpastrello del vostro dito indice sulla base alta del manico colorata in rosso e in grigio nella fato sottostante.


ROVESCIO A UNA MANO SEMI-WESTERN: Questa è la controparte del diritto western. Un impugnatura che restituisce un ottimo top spin e facilita i colpi sulle palle alte. Pertanto si può puntare sia alla potenza che alla rotazione. Difficoltà nel colpire le palle basse. Per ottenere questa impugnatura bisogna girare la mano in senso antiorario da un impugnatura eastern di rovescio a una mano fino a far combaciare il polpastrello del dito indice con la parte del manico colorata in rossa nella foto sottostante. Per i mancini la parte colorata in grigio.


ROVESCIO A DUE MANI: Nel tennis moderno è sempre più usato il rovescio a due mani, al tal punto che  la maggior parte dei primi 100 giocatori al mondo usa questo tipo di rovescio. Il fatto che eseguire questo colpo di base necessiti di due mani è la ragione principale per cui oggi ne esistono tante varianti per questo motivo vi illustrerò la più famosa e  forse la più usata di essa ossia quella che porta la mano secondaria (che in questo caso diventa quella che usate per il diritto) a stringere il manico della racchetta con un impugnatura continental e la mano principale con una impugnatura semi-western mancina (il contrario per i sinistri). Ottima per chi ha poca forza (in realtà è usata anche da chi di forza ne ha tanta) e per colpire le palle basse, se la cava bene anche sulle palle abbastanza alte. Guarda foto.


LA GRANDEZZA DEL MANICO: Molto importante è valutare la grandezza del manico della racchetta se è adatta alla vostra mano. Per fare ciò è semplicissimo. Prendete la vostra racchetta impugnatela con uno dei modi da me descritti e controllate che tra le punte delle vostre dita e il polpastrello del pollice della vostra mano ci sia uno spazio che equivale alla larghezza del vostro dito indice.



Le misure dei manici in europa sono divisi in quattro taglie. L2 la più piccola, L3 la media (che è anche la più usata) - L4 e L5.

CONSIDERAZIONI FINALI: Se mai dovesse fare una lezione di tennis con un maestro o istruttore che vi dice: questa è l'impugnatura migliore... Cambiate maestro. Purtroppo esistono ancora oggi maestri che fanno queste affermazioni sbagliate (nel tennis odierno ai maestri insegnano anche la psicologia dello sport, e questa scienza ci suggerisce di non forzare o consigliare a un nuovo allievo che tipo di impugnatura scegliere...), Quindi prendete una racchetta e delle palline, chiamate un amico, prenotate un campo e provate tutte le impugnature prima di fare la vostra scelta.

16 commenti:

  1. Finalmente ho capito qualcosa sulle impugnature! Questa è di gran lunga la miglior spiegazione che io abbia trovato sulla Rete! Grazie :)

    RispondiElimina
  2. "Per incominciare memorizzate il punto cerchiato nella foto sottostante. Per essere più precisi questa è il polpastrello del dito indice".

    Per essere ancora più precisi quella indicata col cerchietto nella foto è la BASE del dito indice. Il POLPASTRELLO è la parte carnosa/adiposa del dito rivestita da spessa cute, in corrispondenza della faccia anteriore dell'ultima falange.

    Cordiali saluti.
    Stefano

    RispondiElimina
  3. grandissima spiegazione,mi sembra leggermente scopiazzata però...

    RispondiElimina
  4. ora si che vedo uno spiraglio di luce.... più chiaro e semplice di così non è possibile, grazie

    RispondiElimina
  5. Spiegazione chiarissima e illuminante. Grazie davvero.

    RispondiElimina
  6. Io nn so usare il polso!

    RispondiElimina
  7. molto buona la trattazione...

    RispondiElimina
  8. Il migliore articolo sulle impugnature che abbia mai letto.
    Semplice e lineare. Perfetto e chiaro per i destri e i mancini.
    Complimenti!!!!!!

    RispondiElimina
  9. davvero niente male!! complimenti x la guida!

    RispondiElimina
  10. Oggi ho capito che quel poco che avevo imparato non ha più senso : passo ad un semiwestern

    RispondiElimina
  11. Perfetto! Ora so di usare due tipi di impugnature: la eastern e la semiwestern. Dovrò solo migliorare l'impugnatuta del servizio.

    RispondiElimina
  12. ottimissima spiegazione, ho visto su altri siti descrizioni simili, ma non capivo mai il verso della racchetta visto che facevano vedere solo il manico...

    senza la prima foto, in cima, queste informazioni sarebbero state inutili

    RispondiElimina
  13. complimenti per il blog. mi hai fatto tornare la voglia di giocare a tennis

    RispondiElimina